Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
il fiore
Gi
La fioritura di Victoria cruziana a Villa Taranto
Inviato da Redazione GI il 22-06-2017 14:45
Dsco9046_web_e603ca1f

Chi ha vissuto a Verbania, sul Lago Maggiore, per lungo tempo o una stagione o anche solo un pomeriggio d'estate, ha certo visitato il giardino di Villa Taranto. La notorietà di cui gode in tutto il mondo non dispensa infatti i più frettolosi dal trascorrervi un paio d'ore. 

L'aspetto odierno del giardino di Villa Taranto non è un frutto spontaneo, ma il risultato, plasmato nel tempo di una laboriosa elaborazione intrapresa dal Capitano Mc Eacharn nel 1931. Entrare nei giardini di Villa Taranto è come compiere un viaggio attraverso paesi lontani.

Dal mese di luglio sarà possibile ammirare l’eccezionale fioritura della Victoria cruziana, pianta acquatica nota per le sue grandi dimensioni.

Questa Nimpheacea fa parte dello stesso genere della Victoria amazonica, ma si coltiva con più facilità, dato che sopporta maggiormente le basse temperature. Le sue foglie sono ricoperte da una serie di spine nella parte inferiore e sono sostenute da una rete di nervature .

In una sola stagione la Victoria cruziana può sviluppare 50/60 fiori!

Per la sua maggiore resistenza al freddo, la sua coltivazione è la preferita tra le ninfee giganti. Per una rigogliosa crescita richiede molta luce, concimazioni frequenti e ampi spazi.

La Victoria cruziana è originaria della pianura alluvionale brasiliana, nelle anse dei fiumi Paranà e Paraguai, dove la corrente dell’acqua agisce con minor forza. È coltivabile anche in Italia, purché le temperature siano al di sopra di 15°-20°C.

CRESCIAMO INSIEME