Video in primo piano
PONI UNA DOMANDA
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
appuntamenti
Gi
Orticolario 2017: per un giardinaggio evoluto sotto il segno della luna
Inviato da Redazione GI il 18-11-2016 16:43
Luna_ph_luciano_movio_b_web_09d63cf1

La nuova edizione di Orticolario avrà come di consueto la cornice di Villa Erba a Cernobbio  dal 29 settembre all’1 ottobre 2017. Per la nona edizione, il tema dell’anno sarà la luna e il fiore la Fuchsia.

IL TEMA DI ORTICOLARIO 2017, LA NONA EDIZIONE, LA LUNA

La Luna danza intorno a noi dalla notte dei tempi ed è musa ispiratrice di tutte le culture, di miti e di leggende. Con lei, nel corso delle stagioni, giardini e boschi si illuminano, svelando ai nostri sensi un mondo diverso dal giorno: sotto il suo splender di luce riflessa le piante si risvegliano, aprono i fiori, seducono e inebriano con il loro profumo. Osservare, scoprire, raccontare, lasciandosi ispirare dal più bello e puro degli specchi.

IL FIORE DI ORTICOLARIO 2017, LA FUCHSIA

Il fiore dell’anno di Orticolario 2017 è invece la Fuchsia spp che come tante ballerine animeranno i giorni e le notti del Nono Orticolario. Fiore dalle mille colorazioni e dalle notevoli sfumature sia nel colore dei fiori che in quello delle foglie. La Fuchsia è l’esempio perfetto dell’amore tra l’uomo-giardiniere e la pianta. Già dall’800 la febbre per le fuchsie ha portato a cercare nuove varietà fino alle isole più esotiche del Nuovo Mondo. Guidati dagli astri e certamente anche dalla Luna, marinai esperti e cercatori di piante impavidi hanno regalato al mondo una primizia per il giardino. 

LA CHIAMATA

“Chiedo a tutti gli amici di Orticolario, dal lago di Como al lago di Ijssel nel nord dell’Olanda, di aiutarmi a chiamare i migliori giardinieri e artisti a partecipare all’edizione di Orticolario 2017” con queste parole Moritz Mantero, presidente di Orticolario, ha aperto ufficialmente il concorso Internazionale Spazi Creativi dando così il via alla Nona edizione. Orticolario è bellezza, eleganza, armonia in giardino. La storia dei giardini realizzati nelle edizioni precedenti così come i progetti che verranno scelti per l’edizione futura costituiscono la cifra e l’eredità di Orticolario trasformando così il parco di Villa Erba dal parco storico di Luchino Visconti al luogo fecondo dove arte e giardino si sposano.

I giardinieri, gli artisti, gli amanti dei bei giardini, sono chiamati a realizzare questa congiunzione tra la natura e l’arte, esprimendo emozioni ed ispirando la vita e la mente di chi vive Orticolario. La Luna sarà nostra guida per l’edizione del 2017 sostenuta dall’eccentricità delle Fuchsie che con i loro fiori che ricordano tante ballerine, porteranno i partecipanti di Orticolario ad un nuovo livello di conoscenza, ad un nuovo stato della mente, uno stimolo ad arrendersi alla bellezza e ad abbandonarsi al fluire delle sensazioni oniriche e misteriose che i fiori al chiaro di Luna evocano.

Il concorso è aperto a tutti coloro che possono progettare e allestire spazi a tema, in un incontro tra bellezza e natura. Giardini e istallazioni dovranno rappresentare spazi vivaci, originali, semplici e comunicativi, armoniosamente contestualizzati all'interno del parco di Villa Erba e dell'area scelta. Il rispetto del paesaggio esistente, ovvero il 'Genius loci' è un elemento fondamentale così come completare gli spazi prevedendo delle sedute contemplative ed una adeguata illuminazione per l’apertura notturna.

IL PREMIO, LA FOGLIA D'ORO DEL LAGO DI COMO

“La foglia d’oro del Lago di Como” ideato e realizzato in esclusiva per Orticolario da Gino Seguso della Vetreria Artistica Archimede Seguso, è un sinuoso vaso creato sull'isola di Murano (Venezia) sul quale "ondeggia" una grande foglia al cui interno brillano "accenni" d'oro zecchino (24K). Il Premio è unico e viene custodito dal vincitore per un periodo limitato, per essere successivamente esposto nella splendida Villa Carlotta a Tremezzo sul Lago di Como fino all’edizione successiva di Orticolario. I nomi dei vincitori de “La foglia d’oro del Lago di Como” sono inseriti nell'Albo d'oro esposto accanto al premio.

 

ph. Luciano Movio